Titolo

Dimensioni font: A- A+

Home > Documentazione > Notiziario Distrettuale > Dai nostri Club > La Compagnia “Gli Extrafondenti” trionfa a “Teatrotary”

Scarica l'articolo in PDF

La Compagnia “Gli Extrafondenti” trionfa a “Teatrotary”

Successo della nona rassegna di teatro amatoriale promossa dal Club Firenze Est

Grande successo della IX rassegna di teatro amatoriale TeatRotary, organizzata dal R.C. Firenze Est per sostenere la campagna End Polio Now della Rotary Foundation, svoltasi a febbraio alla Sala Esse del capoluogo toscano. Oltre 4.000 euro raccolti che andranno, dedotte le sole spese vive, alla campagna contro la polio portando il totale delle donazioni effettuate sino ad oggi con TeatRotary a quasi 30.000 euro.

Anche quest’anno è stato un tweet sul profilo @teatrotary ad annunciare i vincitori del concorso svoltosi su tre serate, riservando la serata finale alla vincitrice dell’anno passato (“I Malandra”). Primi nel 2018 “Gli Extrafondenti” guidati dall’autore e regista Marco Gelli, che si erano esibiti lo scorso 5 febbraio con una commedia sulla vita e le canzoni di Spadaro, precedendo di pochissimo la Compagnia “S.A.n.P. Senza Arte né Parte”; terzi “I Curandai”.  Sono ormai trenta le compagnie andate in scena in questi anni, proponendo uno spaccato del teatro amatoriale toscano riconosciuto anche dalla ATA (Associazione Toscana Teatro Amatoriale) con commedie in vernacolo fiorentino e in lingua italiana, talvolta inedite o realizzate dalle stesse compagnie.

La serata finale è stata fatta coincidere con la riunione regolare del club, anticipata di qualche giorno per testimoniare l’impegno ed il valore della manifestazione TeatRotary, ideata e curata da Giuliano Sistini e Sandra Manetti.

Come ha detto il presidente Tonelli, sottolineando che “il Rotary si fa conoscere anche con queste attività che possono avvicinare quanti hanno del nostro associazionismo idee confuse”, il fine del Progetto Polio Plus è raggiungere un obiettivo impensabile fino a pochi anni fa: l’eradicazione a livello mondiale della poliomielite. “Molti – ha proseguito il presidente - ricorderanno “i bambini afflitti dai postumi di questa terribile malattia che aggrediva i motoneuroni e li distruggeva lasciando arti inerti e talora morti precoci. Meraviglia che ci sia ancora chi osteggia le vaccinazioni e crede che esse siano da trascurare.

Preconcetti che fanno arretrare il mondo e che purtroppo sono molto difficili a combattere data l’ignoranza che domina e la facilità a farsi abbindolare da persone senza scrupoli e senza alcuna cultura”.

(Sabato 3 Marzo 2018)

Torna indietro