Titolo

Dimensioni font: A- A+

Home > Documentazione > Notiziario Distrettuale > Notizie dal distretto > SELS - Seminari sulla Leadership

Scarica l'articolo in PDF

SELS - Seminari sulla Leadership

Marina di Bibbona, 27 maggio 2017

Nel piacevole contesto di Marina di Bibbona, alla presenza di oltre settanta partecipanti si è svolto il Seminario sulla Leadership.

Il DGE, Giampaolo Ladu, ha introdotto il tema del seminario ricordando il messaggio del P.I., Ian Riseley, che invita a rendere semplice il Rotary (sulla scia, peraltro, del motto di Giampaolo Lang: Keep Rotary Simple); egli ha, inoltre, sottolineato che la ragione e lo scopo del seminario sono stati individuati non nel riproporre "lezioni"  e schemi ben noti, ma nel comprendere, soprattutto operativamente, cosa sia e come si configuri la nozione di leadership.

Riccardo Costagliola, già manager di livello internazionale, ha trasfuso nella realtà della sua esperienza lavorativa nel mondo le declinazioni che il concetto di leadership può assumere nei diversi contesti nazionali, dove culture differenti, a volte assai differenti -Cina, India, Giappone-, impongono di calibrare ed esercitare la leadership in modalità affatto peculiari.

Giuseppe Frizzi e Marco Frullini hanno ricordato il recente Protocollo di intesa tra la "Protezione civile" ed il Rotary a livello nazionale, che prosegue con l’avvio dell'iter del "Protocollo di intesa" tra la Regione Toscana ed il Distretto 2071. Anche questa è una forma di leadership in quanto prefigura nuove modalità di intervento dei rotariani in determinate situazioni di emergenza.

L'ultima relazione è stata affidata ad un giovane collega universitario, ad un giovane rotariano, ad un giovane componente della squadra distrettuale nel rispetto dell’indirizzo di valorizzazione dei giovani che ci vogliamo imporre. Vincenzo Zarone ha svolto la sua relazione intrecciando, da studioso di economia aziendale, la nozione "tecnica" con la nozione rotariana di leadership, per definire meglio come nel Rotary la nozione assuma caratterizzazione peculiari.   

Su queste basi, i partecipanti al seminario si sono divisi in gruppi e, sotto la guida di alcuni esperti, hanno discusso con intensa motivazione i principali profili critici emersi dalle relazioni, per riferire infine, in plenaria, delle conclusioni alle quali erano pervenuti.

(Martedì 30 Maggio 2017)

Torna indietro